Nessuna traccia è rimasta della Catania medievale, cancellata da due catastrofi ambientali succedutesi nell’arco di un quarto di secolo. All’arrivo del sisma del 1693, quando la terra cominciò a tremare e le case cominciarono a crollare, Catania era ancora intenta a leccare le ferite di un’altra spaventosa calamità naturale: l’eruzione dell’Etna del 1669, la più
Continua la lettura